AZIENDA AGRICOLA MANDOLETO

Abbiamo sacrificato la quantità per la qualità!

La nostra azienda

Descrizione aziendale

L’ azienda è situata sulle colline che circondano il Lago Trasimeno, a due passi dall’incantevole borgo di Solomeo. E’ formata da circa 19 ettari di terreno, di cui 10 a seminativo, 4,8 ettari di oliveto e il restante fabbricati tutti perfettamente restaurati, un laghetto, una piccola vigna, e una pista da motocross ad uso privato. Il fulcro dell’azienda è certamente l’oliveto, composto da circa dieci varietà di olivi. Due ettari di Moraiolo, Leccino, Frantoio e Ascolana per un totale di 970 piante di trenta anni di età, la restante parte impiantata tra il 2016 e il 2020 composta in gran parte dalla varietà Borgiona e in misura minore da Gentile di Anghiari, Ascolana, Coroncina e Piantone di Moiano, tutti irrigui per un totale di 930 piante. Le produzioni di oliva si aggirano intorno ai 150 quintali con rese che non superano il 12%. L’azienda non è certificata Biologica, ma segue il disciplinare Agro Ambientale della regione Umbria, attua sull’oliveto una rigida lotta integrata fatta con cromo trappole e l’uso di Spinosad limitandosi e solo in caso di estrema necessità, a un solo trattamento chimico contro la mosca olearia. Il Frantoio Batta, punto di riferimento dell’azienda per l’estrazione dell’olio, è a ciclo continuo e a freddo, cioè tutte le fasi che di estrazione vengono effettuate al di sotto dei 27 gradi. L’olio, alla fine del ciclo estrattivo, viene tutto filtrato.

Storia

Il titolare dell’azienda, Benito Alunni, uno dei più importanti commercianti di carne bovina e ovina del centro Italia, nel 2002, vista la sua grande passione per la terra, decide di acquistare questa Azienda a due passi dal Lago Trasimeno e da Perugia. Tante energie e passione trasformano questo posto in un piccolo gioiello. Vengono restaurati tutti i fabbricati in maniera impeccabile, bonificato il laghetto di liquami dell’allevamento dei suini, che veniva dismesso e l’edificio adibito a stalla completamente restaurato. Per i primi anni le forze sono state concentrate sui fabbricati, l’oliveto c’era e si faceva un olio discreto senza però seguire un criterio qualitativo. E’ l’incontro nel 2014 con l’agronomo-assaggiatore Giovanni Breccolenti dell’Azienda Batta Giovanni che cambia la prospettiva del titolare, sull’olio. Si comincia a seguire una strategia vera, a partire dal campo, raccolte al momento giusto e separate per varietà, abbacchiatori a vibrazione e a batteria che fanno pochi danni alle olive, moliture immediate con soste limitate dentro alla cella frigorifera, impianti olivicoli nuovi e con varietà altamente aromatiche. Infine un frantoio che fa della qualità la sua filosofia.

logo